Andrea Nesti
Il progetto IMPROVVISOINCANTO

Il progetto IMPROVVISOINCANTO nasce pił che da una idea da una intuizione: possono generi diversi, diverse culture entrare in "collisione" fra loro e dar vita ad una poetica musicale interessante? Se volgiamo il nostro sguardo al passato scopriremo delle esperienze che ci inviteranno a riflettere.

Il compositore Charles Ives, ad esempio, nella Concord sonata per pianoforte, intreccia magicamente culture ben diverse. Quella occidentale con l'inciso Beethoveniano, quella araba con la ripetizione costante ma sempre diversa della stessa cellula musicale, quella afro-americana rappresentata dal jazz con l'arte del continuo variare

E ancora.

La conoscenza della cultura zen ha influenzato gran parte della produzione musicale dell'americano John Cage, un autore che ha rinnovato il modo stesso di "pensare" la musica.

IMPROVVISOINCANTO incontra culture diverse attraverso i suoi interpreti e le sue interpretazioni musicali. Gli esecutori infatti provengono da esperienze certamente non uguali: dalla classica alla contemporanea; dal jazz al blues al rock. Le musiche, scelte soprattutto per i testi, alcuni dei quali straordinari, appartengono al genere identificato come pop.

L'esecuzione di questi brani ha provocato "collisioni" fra le isole musicali ricordate poc'anzi dando luogo a episodi figurati e astratti; tonali e atonali; scritti e improvvisati; ampi, brevi e minuti. Non riponete comunque troppa attenzione a queste ultime descrizioni, cercate una nuova prospettiva di ascolto.

Con questo atteggiamento - pensiamo - coglierete, in maggiore misura, il senso extraterritoriale che pone all'inizio la domanda... e rispondere semplicemente con un si / no renderebbe vano lo scopo dell'intuizione stessa.

Buon ascolto

Per ottimizzare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies. Maggiori informazioni
Accetto